Pubblicato da: ruotenelvento | febbraio 6, 2013

NAVIGAZIONE SU TERRA E CONSERVAZIONE DELL’ENERGIA

DSCN0402

Sì, sto andando a manetta in salita. Perché? Qualcuno dice che non si può fare? 

Ah, una bella spiaggia del Nord Atlantico! E’ piatta, compatta, sembra tutto così semplice. Se in realtà passare da un banco all’altro superando i canali ed evitando pozze e rides a Le Touquet o a De Panne non è proprio una passeggiata di salute (come La Franqui, tanto per dire), alcuni spot italiani costringono a sviluppare una sensibilità tattica raffinata. Quello della conservazione dell’energia è un concetto fondamentale soprattutto in aeronautica perché una volta che hai perso velocità riguadagnarla diventa un affare complicato che costa tempo e carburante.

ZOOMING 02

Molto spesso, soprattutto sulle curve delle rampe autostradali (figurina a destra), per evitare di cambiare marcia o per conservare lo spunto e superare appena mi immetto sul rettilineo preferisco, invece di rallentare utilizzando i freni, rallentare serpeggiando – occhio alla motoretta, allo spericolato col T-Max! – percorrendo uno spazio maggiore ma mantenendo più o meno la stessa velocità. Trasferendo al landsailing, nella figura di sinistra un esempio tratto da uno dei passaggi più critici di Tor Vergata: il prato rimane alla stessa quota, mentre il sentiero sterrato scende e risale. Come riuscire a raggiungere il punto più meridionale? A preferisce una traiettoria rettilinea e alla stessa quota con vento favorevole al traverso (diciamo un NE pieno), sembra che ce la faccia, ma poi comincia ad arrancare perché frenato dall’erba, prova qualche manovra per invertire e muore lì. La testa di B fa uno sforzo per superare due ostacoli psicologici: capisce che una rotta diretta (vinci la tua pigrizia mentale! un’azione complessa richiede un numero più elevato di decisioni e responsabilità) non è necessariamente la scelta migliore; si costringe ad ignorare ciò che sembra l’aspetto più evidente e rognoso della faccenda – la difficoltà di una vertiginosa risalita – e di concentrarsi invece su come ottenere il massimo guadagno dalla vertiginosa discesa. Così B segue il sentiero, si precipita giù a cannone anche se nella fase iniziale il cambio di direzione gli pregiudica il vento – becca uno “scarso” perché costretto ad orzare leggermente, ma genera apparente, forse anche troppo –  e poi riesce a risalire sfruttando la superficie compatta e riprendendo il traverso.

ZOOMING 01

Nella figura qui sopra un altro dei casi caratteristici di Tor Vergata, lato Guido Carli (per chiarezza la figura è ribaltata rispetto al reale di 90°). Di solito si percorrono bordi da sud (dove si parcheggia) a nord, vento al traverso. Si tratta di una valle il cui fondo ospita un vialetto in asfalto e nella quale bisogna mantenere una buona velocità per girare senza interruzioni. A si butta giù, il pendio gli assicura velocità fino al vialetto, cerca di arrampicarsi sull’altro versante paro paro ma l’attrito dell’erba gli ha ormai bruciato ogni energia. B scende, ma giunto sul fondo sterza leggermente per imboccare il viale asfaltato che conduce agli edifici in cima alla collina. Con un grip favorevole riacquista velocità, la conserva per invertire e ripercorre fin che gli è possibile il vialetto continuando ad accelerare.

QUINDI:

– Sfruttare l’energia quando c’è per arrampicarsi più in alto possibile e invertire appena comincia a morire

– Quando c’è energia cercare in tutti i modi di mantenere la velocità anche se si è costretti a percorrere uno spazio maggiore: la velocità non si riacquista facilmente, lo spazio sì

– Imparare quanta energia è necessaria per eseguire una manovra; meglio abbattere perdendo terreno ma rimanendo in movimento piuttosto che virare e fermarsi

– Terra vince su erba, asfalto vince su terra: sempre😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: