Pubblicato da: ruotenelvento | settembre 28, 2013

EUROPEI MINI 2013 A St. PETER ORDING: DOMINA AIRTRACK

F-1286 DESCURE SPO 2013

En plein Airtrack agli Europei 2013 a St Peter Ording nella Classe Mini: domina Augustin Descure (qui sopra, 7 vittorie su 13 manches) davanti a Blancaneaux e Fiquet, che si aggiudicherà anche la Classe Promo (foto: Carels)

Si sono svolti a St Peter Ording, vedi Amburgo ma molto più su, gli Europei di carro a vela. La Classe più attesa era la Miniyacht, quella sulla quale ha puntato la FISLY per espandere il landsailing a livello globale con dei mezzi economici e alla portata di tutti. Tre regoline base e massima libertà per il resto. Dalle sabbie bagnate dal Mare del Nord è arrivata l’ulteriore conferma che per essere competitivi ci vuol altro che uno yacht commerciale che tiri fuori dal portabagagli (agli albori, una delle possibili regole in ballo per identificare un Mini era che potesse essere stivato nel bagagliaio). Già i Mondiali 2012 e poi i Campionati nazionali dedicati avevano fatto capire che aria tirava, ma vederli tutti insieme a SPO faceva un effetto strano. Dei Mini commerciali non è rimasto molto, a parte il Beachrunner/Drift Sailing che con Sven Kraja – iridato a Cherreuix – ha ottenuto il quinto posto. Il Beachrunner è il carro a vela “normale” più diffuso (ne sono arrivati comunque 3 nei primi 10), più dietro qualche blokart, un Seagull Silence a metà classifica, ma è roba già penalizzata a prima vista da un baricentro troppo alto. Per puntare al successo serve altro. Tutto il podio – Descure, Blancaneaux e Fiquet – è stato conquistato da un Promo accorciato Airtrack, stessa provenienza per lo yacht di Alexis Hillairet (9.) e anche Seagull aveva tentato questa strada senza far meglio dell’11. posto.

F-117 PIERRE JOLY SPO 2013

Nell’assoluta Pierre Joly è giunto subito alle spalle del terzetto Airtrack con un Plume dall’aerodinamica molto ricercata (foto: Carels) 

L’alternativa al Promo è ancora più sofisticata, accorciando i Classe 5 o comunque replicandone la configurazione. I Plume di Cornuwel facevano paura, un po’ per il colore nero e un po’ per le carenature ruote molto batmobile, e sono giunti 4. e 6. assoluti con Joly e Guerin. Risultato molto positivo anche per il britannico Yorkersport, nelle sempre abili mani di Chris Wright. Dal punto di vista delle vele molto interessante quella del Promo di Hillairet (F-8), con un taglio che recupera molto in basso, ma la superiorità rimane indiscutibilmente a quelle Airtrack e alle incalzanti Frog.

[ringrazio Walter Carels per le splendide foto, tutti gli scatti della manifestazione su http://www.pbase.com/waltercarels/euro]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: