Pubblicato da: ruotenelvento | maggio 16, 2016

GREEN SKATE DAY ROMA 2016

green-skate-day-2016-locandina-logo

Nato in Canada nel 2007, il Green Skate Day ha l’obiettivo di promuovere la tavola come mezzo di trasporto sostenibile e amichetto dell’ambiente. Se questo evento globale – legato attorno, anche di calendario, alla Giornata della Terra – ha perso un po’ di energia, le manifestazioni che si svolgono in Italia – si replica a Rimini il 2 giugno – sono quelle che negli ultimi anni, in controtendenza, hanno sempre coinvolto il maggior numero di partecipanti. Grazie alla tenacia dei ragazzi di Snowpress e di Longskate Riders Roma l’appuntamento della Capitale ha segnato un nuovo successo, sfidando un meteo poco incoraggiante e consentendo ad oltre un paio di centinaia fra skate, long, mountainboard, landSUP, waveboard e pattini di appropriarsi per qualche ora di questa bianca ed ampia porzione di città. Il movimento lo si sente crescere sull’asfalto, con l’aumentare soprattutto dei bambini e di chi non aveva mai messo i piedi su una tavola.

SKATEBOARD GLOBETROTTER

Il Green Skate Day romano ha richiamato rider da tutta Italia. In bus da Barcellona Pozzo di Gotto (ME) Giuseppe, incontenibile passione per lo skate, il viaggio e lo stare insieme

SKATE CRISTOFORO COLOMBO

La marea verde del Green Skate Day attraversa la Cristoforo Colombo: sono queste le iniziative che permettono di sensibilizzare l’opinione pubblica e di sperare in una maggiore tolleranza dell’articolo 190 del Codice della Strada nei confronti degli acceleratori di andatura come le tavole a rotelle

Una volta che tempo ballerino ha definitivamente deciso che la manifestazione andava lasciata tranquilla e asciutta, tutto quello che aveva rotelle più o meno piccole, strette e dure ha quindi cominciato ad attraversare l’EUR. Prima in flat, tanto per prendere fiato prima del consueto assalto a tavola in mano alla scalinata della Basilica dei Santi Pietro e Paolo. Quindi discesina giusto per lasciare qualche riga di uretano in slide e poi verso il Palatorrino dove al chiuso si sono svolti i contest e chi stava in fissa con l’ollie poteva cominciare a chiudere qualche trick con Paolo Pica e i ragazzi di Full Time.

BAMBINI IN SKATE

Danilo, uno dei tanti ragazzi che hanno contribuito al successo della manifestazione, accompagna due giovanissimi rider ad affrontare una discesa con la tavola ai piedi in massima sicurezza

Il Green Skate 2016 ha rappresentato inoltre lo scenario ideale per le prime riprese del documentario sul longboard in Italia, prodotto da Arance Meccaniche e diretto da Silvia Mattioli con i testi di ruotenelvento. Un docufilm per conoscere il mondo della tavola lunga in tutte le sue sfumature, alla ricerca delle mille ragioni che spingono un rider ad abbandonarsi ad una delle forme più aspre e sublimi dello scivolamento.

DOCUMENTARIO LONGBOARD (1)

Il T3 di Davide Carella location ideale per le interviste ai longboard rider: è il turno di Azzurra


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: